Ludovico il Moro e Beatrice d'Este

Categoria: Corteo storico Creato: 30 Luglio 2013 Pubblicato: 30 Luglio 2013
Scritto da Magistrato delle Contrade

Pala sforzesca

I personaggi principali del Corteo storico di Mortara sono i duchi di Milano, Ludovico Maria Sforza detto "Il Moro" e Beatrice d'Este. Lo Sforza ebbe un legame particolare con la nostra Città, dal momento che a soli 15 anni fu investito del titolo di Conte di Mortara. La leggenda su cui fu creato il Palio si colloca nell'epoca in cui Ludovico e Beatrice erano sposati (1491-1497) e amavano dilettarsi nella caccia nei boschi della Lomellina. Si immaginò che per dilettarsi tra una battuta e un'altra, i duchi abbiano voluto assistere a una sfida tra le contrade di Mortara. Essi vengono raffigurati nel nostro Corteo insieme a noti personaggi della corte milanese: Ludovico il Moro, il cardinale Ascanio Sforza, l'astrologo Ambrogio da Rosate e molti altri. La Corte è accompagnata dalla scorta armata della Cumpagnia d'la Crus.

Per maggiori e più autorevoli notizie sui due personaggi principali, vi rimandiamo al dizionario biografico degli italiani dell'Enciclopedia Treccani.

Ludovico (Ludovico Maria) Sforza, Detto Il Moro, Duca Di Milano

Dizionario Biografico degli Italiani

LUDOVICO (Ludovico Maria) Sforza, detto il Moro, duca di Milano. - Nacque a Milano, nel palazzo dell'Arengo, nel 1452 (e non nel 1451 come data Bernardino Corio), il 3 agosto (e non nel castello di Vigevano il 27 luglio), quarto di sei figli maschi del duca di Milano Francesco e di Bianca Maria Visconti. Rimettendosi, per il nome, alla scelta della consorte, il padre raccomandava che si chiamasse anche "Charles": "Charles nostro figliuolo", si riferiva in effetti al neonato

Leggi tutto
 

Beatrice D'Este, Duchessa Di Milano

Dizionario Biografico degli Italiani

BEATRICE d'Este, duchessa di Milano. - Figlia secondogenita di Ercole I d'Este e di Eleonora d'Aragona, nacque il 28 0 il 29 giugno dell'anno 1475; per la sua nascita, dicono le cronache, "... non si fece allegreza, perché voleva [Ercole d'Este] ch'el fusse maschio" (Diario ferrarese, ad a.1475, p. 90). Ben poco è noto della sua prima infanzia e dell'educazione ricevuta. Rimasta a Napoli fino all'età di dieci anni, allorché lo scoppio della congiura dei baroni consigliò alla madre Eleonora il suo richiamo in patria (B

Leggi tutto