Le Contrade in Corteo

Categoria: Corteo storico Creato: 30 Luglio 2013 Pubblicato: 30 Luglio 2013
Scritto da Magistrato delle Contrade

Ogni contrada può comporre la propria rappresentanza con un numero di figuranti compreso tra 30 e 60, con un numero raccomandato di 45.
La rappresentanza di ogni Contrada deve essere composta da quattro raggruppamenti principali: il gruppo di apertura, la corporazione, il gruppo dei giochi del Palio e infine il gruppo di nobili e il Capitano.

Il gruppo di apertura è composto principalmente dall'insegna della contrada e dai tamburini. L’insegna deve consentire di individuare nome e colori della contrada stessa, nonché un richiamo alla corporazione interpretata.

La corporazione deve essere composta da almeno dieci figuranti. Nella proposizione dei personaggi della corporazione si cerca di privilegiare soprattutto la caratterizzazione del “mestiere”, anche a scapito dell'appariscenza.

Il gruppo del Palio è composto, da quando non sono più presenti giochi di abilità, da arciere e pedina. Le caratteristiche dell'abito dell'arciere sono definite dal regolamento del Palio, mentre per la pedina è solitamente impiegato un abito di foggia borghese, con la raccomandazione che non sia troppo prezioso.

Il corteo di ogni Contrada è chiuso dai nobili (singoli o a coppie), dagli eventuali rappresentanti del clero, dal capitano e dalla sua dama (tradizionalmente definita "castellana", ma il termine è ormai in disuso) e dalle guardie. Il numero totale dei componenti del gruppo (escluse le guardie e il clero ma compresi il capitano e la sua dama) non dovrebbe superare il numero dei componenti della corporazione. Il Capitano e la sua dama sono preceduti da tutti gli altri personaggi del gruppo e sono seguiti solamente dalle guardie (almeno due) che comporranno la loro scorta.

L'ordine delle Contrade in Corteo è dettato dal tempo trascorso dall'ultima vittoria nel Palio, cominciando dalla Contrada la cui ultima vittoria risale più indietro nel tempo.